intro

This post is also available in: Tedesco, Inglese

Approccio metodologico

Summer Drafts si differenzia da altre manifestazioni interculturali, proponendo un modello alternativo sia a quello “serio” della tavola rotonda che affronta problemi legati a convivenza, integrazione e migrazione, sia a quello “ludico” del festival interculturale che mette in scena espressioni di culture diverse, sconfinando spesso nel folklore e nella celebrazione dello stereotipo culturale.

Gli artisti coinvolti in Summer Drafts propongono metodologie che, attraverso una creatività legata all’esperienza quotidiana, fanno emergere e affrontano urgenze, complessità e problematiche diverse, e che si offrono come forme di socialità trasversali alle diverse identità presenti su un territorio.

Il progetto

Summer Drafts consiste in una serie di laboratori ed eventi interculturali guidati da artisti internazionali che si occupano di metodologie di partecipazione e organizzazione.

Gli artisti lavoreranno con un nucleo di partecipanti italiani, tedeschi, ladini e di vari altri gruppi “linguistico-culturali” presenti a Bolzano. A fianco a laboratori che vedono la partecipazione di questo gruppo interculturale di lavoro, Summer Drafts offre incontri aperti al pubblico e workshops con target specifico.

Prendono parte a Summer Drafts, con un ruolo di mediazione tra gli artisti e la realtà locale, associazioni di Bolzano che lavorano con “minoranze” presenti sul territorio.

Filo conduttore degli incontri sarà la tematica degli “spazi informali”, spazi di incontro non regolamentati istituzionalmente, che non presuppongono una forma fisica predeterminata, e si costituiscono attraverso l’aggregarsi delle persone.

Utilizzando competenze e metodologie artistiche su un livello esperienziale del quotidiano, e quindi fuori da logiche di rappresentazione, Summer Drafts si propone di affrontare complessitĂ  legate alla presenza di diversi gruppi culturali su un territorio specifico, e si offre come piattaforma per uno scambio e una collaborazione durevoli tra le diverse parti coinvolte.

Sviluppo del progetto e attivitĂ 

Summer Drafts si compone di appuntamenti aperti al pubblico e di workshop pensati per un gruppo interculturale di lavoro, oltre che di laboratori con un target specifico. Gli incontri avranno luogo sia a Lungomare che nel tessuto urbano di Bolzano. Summer Drafts si apre domenica 20 luglio con una presentazione dell’antropologo Franco La Cecla che introdurrà il suo ultimo libro Contro l’architettura e si ricollegherà a Summer Drafts discutendo la tematica degli spazi informali. Nel pomeriggio il collettivo di artisti berlinese UNWETTER preparerà un “picnic discorsivo” aperto al pubblico che funzionerà come momento di aggregazione iniziale al quale parteciperanno le varie associazioni e i vari artisti coinvolti nel progetto. Il giorno successivo Franco La Cecla guiderà un workshop per operatori sociali e mediatori culturali, pensato per offrire un servizio utile alle associazioni coinvolte, ma aperto anche ad altri operatori del settore. Il fine settimana successivo sarà affidato ad Amy Plant, che preparerà un workshop assieme a Giant-Bi utilizzando dinamiche di apprendimento connesse all’informal learning. Il Committee for Radical Diplomacy per tre settimane a Bolzano istituirà una sorta di “ufficio desideri smarriti”, agenzia itinerante che avrà la funzione di riattivare capacità e desideri smarriti (o che al contrario aiuterà a sbarazzarsi di quelli presenti), e che chiuderà in un incontro durante il terzo fine settimana di Summer Drafts. Per l’evento conclusivo del progetto l’artista Hiwa K preparerà assieme ai partecipanti un piatto che tradurrà in cibo le tematiche emerse durante le quattro settimane: collegandosi via skype, Hiwa cucinerà assieme alla madre in Iraq, e assieme anche agli altri artisti di Summer Drafts e ad altre persone che hanno partecipato al progetto e che in quella data si trovano fuori Bolzano.

Summer Drafts propone inoltre una presentazione serale a Lungomare del lavoro di Amy Plant e del Committee for Radical Diplomacy, e, sempre con gli stessi artisti, due workshop per ragazzi che coinvolgeranno sia i Centri Giovani che i “centri profughi” di Bolzano (CPA e ex-Gorio)

Ogni domenica sera dalle 21 alle 22.30 per la durata del progetto, all’interno del programma Mi Tierra! condotto da Latinoamerica y su gente su Radio Tandem, artisti, associazioni e ospiti presenteranno le loro idee e parleranno dell’esperienza di Summer Drafts.

Infine, un appunto sul titolo del progetto: “drafts” significa sia abbozzo che corrente d’aria, e “summer drafts” può essere quindi letto sia come “correnti d’aria estive” che come “abbozzi estivi”. In entrambi i casi il titolo fa riferimento ai lavori degli artisti, che sono abbozzi, ovvero proposte, che è necessario siano sviluppate insieme ai partecipanti, e che possono anche essere intese come ventate d’aria fresca in un’estate calda.