Hiwa K cooking with mama

This post is also available in: Tedesco, Inglese

Per la chiusura di Summer Drafts, Hiwa K preparerà un Cooking with Mama, evento che coinvolge il pubblico e i partecipanti nella preparazione e nel consumo di cibo, cucinato in contemporanea con la madre in Irak, con cui l’artista comunica attraverso messenger. Mentre solitamente e’ la madre di Hiwa a insegnare al figlio come cucinare un piatto tipico iracheno, in questo caso la ricetta sarà elaborata in collaborazione con i partecipanti di Summer Drafts. Oltre che con la madre dell’artista ci si connetterà con artisti e partecipanti coinvolti nel progetto che l’8 agosto non si troveranno a Bolzano. Attraverso l’introduzione dell’uso di tecnologia informatica, Cooking with Mama costituirà un’ulteriore sperimentazione di spazi di aggregazione informale.

Hiwa K e’ artista visivo e musicista, i suoi interessi si aggirano attorno a nozioni quali performativita’ ed evento, e alla figura dell’artista come amateur. Recentemente ha sviluppato una serie di progetti che esplorano paradossi della competenza culturale e disseminazioni di conoscenza. Hiwa K partecipa a Manifesta 7 con una performance per l’apertura della biennale a Bolzano.

– – –

cooking and eating on the streets
1. i miei ingredienti preferiti sono le spezie e le frattaglie.
2. per le strade di Bolzano, più che Meraner Wurstel e suoi affini, non si vende chissà cos’altro… In vita mia, ho girato poco il mondo, ma mi ricordo del mio unico viaggio all’estero, nel 1997. Era Vienna. Là c’era una via, in cui vendevano ai passanti ogni tipo di succo di frutta e di… verdura. Mi ricordo una di queste taniche trasparenti con etichetta e rubinetto: era piena di succo di cetriolo… A me fa impressione anche adesso il solo nome, ma magari era pure buono!
3. Non so se è fattibile, ma ho navigato un attimo e, visto che adesso è estate e che non ne posso più del solito cono gelato artigianale, la ricetta vietnamita che ti riporto qui di seguito potrebbe comportare una soddisfazione del mio desiderio…
Ananas Ubriaco
Dosi per 4 persone: 1 Ananas Grande Maturo, 60 G Zucchero Di Canna, Cannella In Polvere, 1/2 Bicchiere Rum, 500 G Gelato Alla Crema
Sbucciate l’ananas e tagliatelo a fette alte un paio di centimetri. Fate sciogliere in una padella antiaderente lo zucchero con il rum. Quando il liquido bolle, aggiungete le fette di ananas, cospargete con la cannella in polvere e fate cuocere per 5 minuti girandole un paio di volte. Disponete la frutta in 4 piattini, al centro di ogni fetta mettete una pallina di gelato, cospargete col sugo di cottura e servite.

A me piacerebbe che si usasse l’origano ed una cosa che mi piacerebbe trovare per strada sono le pannocchie e la focaccia.

Empanadas Criollas
1 libra de masa para arepas, ½ libra de carne molida, 1 libra de papa criolla pelada y cocida, 4 cucharadas de aceite, ½ taza de caldo, 1 cebolla cabezona, 1 tomate finemente picado, 1 cucharadita de color, sal y pimienta, aceite para freir
Freír en un poco de aceite la cebolla, el tomate, la carne, el caldo, la sal y la pimienta. Dejar conservar hasta que seque. Retirar del fuego y reservar. Aparte, preparar la masa de arepas según las instrucciones del empaque y añadirle la cucharadita de color y un poco de sal. Colocar la masa sobre un plástico y extenderla con rodillo. Cortarla en círculos con la ayuda de un vaso o una taza. A cada círculo de masa agregar una cucharada del relleno. Doblar y formar la empanada. Calentar el aceite y cuando esté hirviendo agregar las empanadas. Sacar cuando estén doradas y servirlas muy calientes con ají y limón.

Propongo come ingrediente le melanzane, magari per una parmigiana. Le melanzane si usano anche in Asia, anche in Iraq credo.

Anch’io come ingrediente propongo le melanzane.
In Sardegna hanno un pane che è simile a quello del kebab, e in questo pane ci mettono formaggio di capra con le erbe e fanno la forma di un cono e lo vendono per le strade.
In Africa si vende molto cibo per la strada, a Bolzano solo nelle sagre.

Tirtlen / tutres
½ chilo di farina, un pugno di farina di segale, 1 cucchiaio di burro sciolto, 1 cucchiaio di grappa, 1 uovo, latte per fare un impasto duro e consistente, da tirare più volte con la macchina, ma non troppo fine. Mettere il ripieno fatto con 2 etti di ricotta, 2 di spinaci, cipolla tritata fine, erba cipollina, 1 cucchiaio di panna da cucina, 1 patata schiacciata. Riempire i quadrati, far uscire bene l’aria, premere e tagliare con la rondella, friggere in olio molto caldo.

Il mio ingrediente preferito è lo Zenzero, scalda il cuore
Durante i miei viaggi in Asia ho sempre incontrato qualcuno che vendeva le pannocchie di mais. In città sono veloci e comode da mangiare, seduti in spiaggia si possono gustare chicco x chicco, dopo un trekking ti ricaricano. Al freddo scaldano e al caldo rinfrescano, dipende da come sono preparate e dalle spezie che le contornano. Le ho viste fare arrostite, alla griglia, lesse, bollite. Prima di servirle c‘è chi aggiunge un pò di burro fuso con erbette o spezie.

Krapfen sudtirolesi, che sono i krapfen piatti e croccanti, con dentro un pò di marmellata, a volte di castagne.

Frecasse:
Farina, lievito, un pò di sale, e poi salsa di peperoni piccanti, uova sode, olive, tonno, patate lessate.
Si prepara la pasta, si fa delle palline, le si lascia lievitare, le si frigge nell’olio per un minuto. Poi si fa un taglio e ci simette dentro la salsa di peperoni allungata con un pò d’acqua e olio, le patate a cubetti, le uova a pezzetti, le olive e il tonno. É un cibo molto popolare in Tunisia.
Mi piacerebbe che per le strade vendessero canederli di albicocche, Marillen Knodeln, si potrebbe preparare le palle prima, e poi bollirli e metterci il burro e lo zucchero.

In England, of course the greatest street food has to be a huge
serving of fish and chips. Wrapped in yesterday’s newspaper and
preferably eaten at a windy, pebbly beach on a chilly summer evening.

Aloo Paranta
È un quadrato di pasta fatta di farina, acqua, sale e un pò di lievito. Bolli, spela e taglia a pezzi le patate, mescolale con curry in polvere, mettile dentro il quadrato di pasta, piega il quadrato di pasta in due in modo da formare un triangolo e lo friggi.
Ho visto una volta vendere per strada ravioli al vapore, erono talmente popolari che sono finiti tutti subito.
Invece di vendere cibo caldo si potrebbe vendere cibo fresco, in un carrello, per fare insalate. Il carrello trasporterebbe tutte le cose che si possono mettere in una insalata, pomodori, insalate, mozzarelle, olive, ma anche frutta, yogurt, frutta secca…

Crepes

Waffels

A mia sorella piacerebbe che vendessero cous cous nei baracchini.
A me gli spaghetti aglio e olio.
A me i falafel.
Ma i falafel bisogna friggerli, e le cose fritte non vanno bene per i baracchini. E la pasta si scuoce.
Ma se hai un baracchino grande, tipo roulotte, puoi anche frigge, perchè sei coperto dalla pioggia.
Quando eravamo all’università dicevamo sempre che con quello che stavamo studiando saremmo andati a vendere pannocchie in Piazza Walter.
Si potrebbe vendere burritos.
Io vorrei il curry, quello indiano con riso da una parte e verdure dall’altra.
In Francia hanno mote crepes, e anche salate, alcune di grano saraceno, con prosciutto e formaggio, si piegano in quattro tipo toast.
Ho visto un baracchino di gelati al lago di monticolo, dalla gelateria di Appiano il baracchino era andato a Monticolo.
A Bolzano non ci sono baracchini di gelati perchè ci sono le gelaterie. A Bolzano il gelato non è buono.
Si, ci sono negozi, non baracchini.
Si potrebbe fare un baracchino con yogurt greco, pezzi di frutta e miele, in un bicchiere di carta.
Il wurstel funziona a Bolzano perchè piace agli uomini, come anche il kebab. Io non mi mangio un kebab intero. Anche se a Bolzano ci vorrebbero più kebab.

Pokara

200g di farina di ceci, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di peperoncino rosso in polvere, 1 cucchiaino di semi di coriandolo in polvere, ¼ cucchiaino di lievito in polvere, ½ cucchiaino di pepe nero, 1 uovo medio sbattuto, 1 cipolla media tritata finemente, 1 grossa patata tagliata in cubetti da 0,5cm, olio per la frittura, acqua a sufficienza per fare una pasta. Ingredienti opzionali: spinaci, melanzane, cavolo, peperoncini piccanti freschi. Miscelate tutti gli ingredienti secchi in una ciotola, aggiungete acqua a sufficienza a creare una pasta e miscelate bene. Prendete una cucchiaiata alla volta di pasta dalla ciotola e friggete ciascuna cucchiaiata nell’olio bollente fino a doratura. Servite con salsa a piacere.

Ingrediente lo zafferano. Come piatto le empanadas.

Fiori di zucchina fritti, verdure pastellate, dolci fritti tipo Strauben.

Mi piacerebbe si vendesse pizza fritta, come credo si facesse una volta a Napoli, o forse ancora adesso. Credo la pizza sia nata fritta. Si potrebbe vendere pizze fritte come faceva Sofia Loren a Napoli in un film.

Ingrediente favorito senz altro la menta e l’origano
stocche e bacilli ( si vendeva un tempo nel porto di genova su “osterie galleggianti” all’aperto ed era il cibo dei lavoratori portuali)
i bacilli sono piccole fave secche, prodotte in tunisia e in altri paesi mediterranei. (al loro posto si possono usare anche i ceci).
lessare stoccafisso e fave separatamente ( le fave devono essere state in amollo per 24 ore in acqua tiepida).
disporre nel piatto i due ingredienti e condire insieme con un intingolo composto da: olio d’oliva, sale, succo di limone e pepe macinato.
varianti: con origano
o con aglio tagliato a fettine e pomodoro lessato passato a setaccio

Mi piacerebbe che si usasse il “dulce de leche” che e’ la crema di latte tipica di Argentina, ma che si puo’ fare mettendo a bagno maria la scattola di latte condensato ( quello dolce e spesso), sinche diventa marrone ma non bruciato.
Il dulce de leche si puo’ usare tipo marmellata o come ingrediente per tanti dolci, per le crepes, le torte, o anche da solo.

my internet is intermittent here in barcelona.
it is very hot, so my recipe is for gazpacho, given to me verbally by a friend, Pantxo, last night as we were eating in a catalan restaurant!
ingredients for Pantxo’s Gazpacho are:
• 750g tomatoes
• 1 red pepper (chopped),
• 1 large Lebanese cucumber – pepino (peeled and seeds removed)
• 1 red onion (coarsely chopped),
• 1 clove garlic (chopped)
• 1 1/2 tbsp white wine vinegar
• 2 tbsp extra virgin olive oil
• 1/2 cup water,
• cayenne pepper to taste
• salt
• mint leaves.
• Accompany with croutons

Cut tomatoes in half and squeeze to remove seeds. Put everything in a food processor and blend until smooth. (the one we had last night it seemed that the cucumbers were cut into cubes- not blended entirely, which was really nice – so you may want to add these at the end)
Transfer to a large bowl and add 2 tbsp extra virgin olive oil, 1/2 cup water, cayenne pepper to taste, salt and croutons.
Stir it up!
Cover and refrigerate to chill.

erbe fresche (da trovare nei giardini o nei prati), ortica, spinaci selvatici, luppolo, fiori…
crepe; potrebbe anche essere un’omelette – a seconda degli ingredienti, da friggere in olio d’oliva, burro, olio di cocco, di semi…..
aggiungere con erbe fresche o in inverno con spezie tipiche del Sudtirolo in alternativa con specie esotiche, mediterranee, …. accompagnare con pane biologico, tipico sudtirolese, di diverse regioni italiane, arabo, e servite con succhi naturali, vini buoni, tè speciali…

Credo che in Spagna vendono per la strada gamberetti fritti nei cartocci, mi pare di averlo visto anche se non sono sicura.

1 k. reisst
100 Rosienen (5)
250 g Hackfleisch (scharfs Kase veg.) (3)
100 Mandel amund (4)
1 bund Petersillie
1 loffel baharat (6)
1 Zwiebel onion (2)
2 eier eggs
Oil (1)
1 reist X 1,25 wasser

Bollire il riso nell’acqua, con una parte di riso per tre di acqua. Scolarlo e farlo raffreddare.
Soffriggere la cipolla, aggiungere la carne macinata, le mandorle, le uvette, il baharat o garam masala, e il prezzemolo.
Mescolare con le mani le uova e il riso e poi fare dei dischi piatti con dentro il ripieno di carne e friggerli nell’olio.