4 artisti/collettivi 4 workshop/eventi

This post is also available in: Tedesco, Inglese

1.

20.07.2008 – h 14.00
EVENTO
UNWETTER & Alessio Antoniolli
Discursive Picnic ( Prati del Talvera )

In un Picnic Discorsivo tutti i partecipanti sono simultaneamente ospititanti e ospitati. La sua struttura di potluck incoraggia le persone coinvolte a contribuire in vario modo e a combinare gli elementi forniti con i materiali che escono dalla borsa termica di UNWETTER. Questi eventi presentano quindi un carattere di improvvisazione. Il Picnic Discorsivo crea uno spazio comune di operazione, ed offre una struttura informale per la costruzione di organizzazioni e di reti di relazioni discorsive e dialogiche attraverso i partecipanti. Ci si siede, si sistemano elementi mobili – coperte, tende, accessori da picnic – si scambiano cibo e riflessioni, per partire poi in nuove direzioni, attraverso passeggiate, diversioni, esplorazioni di altri spazi.

A partire dal 2002, UNWETTER, collettivo di Berlino composto da artisti, curatori, critici e attivisti, ha sviluppato pratiche collaborative, sperimentali e partecipative in una vasta serie di situazioni ed eventi. Attraverso metodologie aperte e flessibili, UNWETTER connette contesti differenti in un processo continuo di scambi reciproci.
http://www.un-wetter.net/

2.

26.07.2008
LABORATORIO
AMY PLANT Informal Learning

Informal learning, apprendimento informale, e’ conoscenza che non e’ stata catturata ed esiste solo nella testa di qualcuno. Per avere accesso a questa conoscenza bisogna trovare la persona con la quale condividerla. La conoscenza non ha valore se la si tiene per se’. Lavorando con il gruppo Giant-Bi come punto di partenza, inizieremo un viaggio alla ricerca di “informal learning” tra individui e gruppi a Bolzano. Durante questo breve periodo di investigazione progetteremo insieme un workshop per tutti i partecipanti. La natura dell’informal learning e’ “rispondente”, si basa su “risposte” e reazioni delle persone coinvolte, ed e’ quindi impossibile conoscerne i risultati in precedenza. “Informal learning” opera attraverso conversazioni, implica un esplorare e un allargare l’esperienza e puo’ aver luogo dovunque.

Amy Plant si interessa al principio ecologico che ogni cosa e’ connessa con qualsiasi altra. Vive principalmente a Londra e ha viaggiato in lungo e in largo, lavorando a progetti di forme e dimensioni diverse e che rispondono a situazioni, e che non potrebbero esistere senza un ampio spettro di collaboratori e un gran numero di conversazioni.

3.

02.08.2008
LABORATORIO
COMMITTEE FOR RADICAL DIPLOMACY
Ci mancherebbe altro!

Hai mai perduto qualcosa che non hai piu’ ritrovato? O, al contrario, desideri disperatamente sbarazzarti di qualcosa? Per tre settimane a Bolzano Il Committee for Radical Diplomacy gestira’ una “lost/found agency”, un’ufficio di “cose” (ma non necessariamente oggetti) smarrite/ritrovate, lavorando con diverse metodologie che permettano di (ri)considerare quello che ci viene a mancare, che perdiamo, o di cui vorremmo sbarazzarci. La “lost/found agency” operera’ come uno spazio informale, la cui organizzazione dipendera’ da chi ne prende parte; come possiamo sostenere, trovare e ri-cercare i nostri desideri, speranze e idee attraverso un processo collettivo.

Il Committee for Radical Diplomacy e’ un gruppo di collaboratori cronici con una passione per i protocolli della diplomazia formale (cocktail parties, giochi di spionaggio, scambi di regali, mormorii e dicerie, gesti di ospitalita’) e per le meccaniche di un organizzarsi costituente.
http://radicaldiplomacy.blogspot.com/

4.

09.08.2008 – h 19.30
EVENTO
HIWA K
Cooking with Mama ( Lungomare Gallery )

Per la chiusura di Summer Drafts, Hiwa K preparera’ un Cooking with Mama, evento che coinvolge il pubblico e i partecipanti nella preparazione e nel consumo di cibo, cucinato in contemporanea con la madre in Irak, con cui l’artista comunica attraverso skype. Mentre solitamente e’ la madre di Hiwa a insegnare al figlio come cucinare un piatto tipico iracheno, in questo caso saranno gli stessi partecipanti di Summer Drafts a pensare un piatto da cucinare e da far cucinare alla madre di Hiwa, e ad altre persone in posti diversi. Il piatto cucinato costituirĂ  un tentativo di traduzione in cibo dell’esperienza di Summer Drafts e dei suoi risultati, che verranno così simbolicamente proiettati aldilĂ  dei confini del contesto di Bolzano.

Hiwa K e’ artista visivo e musicista, i suoi interessi si aggirano attorno a nozioni quali performativita’ ed evento, e alla figura dell’artista come amateur. Recentemente ha sviluppato una serie di progetti che esplorano paradossi della competenza culturale e disseminazioni di conoscenza. Hiwa K partecipera’ a Manifesta 7 con una performance per l’apertura della biennale a Bolzano.